Sos al ministro «Organici da rivedere» - Il Gazzettino

27 luglio 2016

Pagina VI, Cronaca

TREVISO - (mf) «Il ministro Stefania Giannini si è impegnata a riequilibrare il numero di docenti tra le varie regioni». Lo rivela Franco Conte, senatore di Area Popolare, che nei giorni scorsi ha incontrato di persona la titolare del Miur. Il riequilibrio consentirebbe di rispondere alle necessità delle scuole del Veneto e della Marca rispettando i limiti di spesa imposti dal ministero dell'Economia. I dati dicono che oggi in Veneto ci sono 30.750 alunni in più rispetto al 2009. A fronte di 4.569 insegnanti in meno, diminuiti nello stesso arco di tempo per effetto della riforma Gelmini. Inoltre, sono aumentati gli alunni disabili (+3.874). E qui spunta un altro nodo: il calo delle cattedre coperte ha reso quasi una missione impossibile il rispetto dell'obbligo di sdoppiare le classi con più di 20 alunni in presenza di studenti con disabilità. Conte ha già presentato un'interrogazione al governo. E lo stesso ha fatto Simonetta Rubinato, deputata del Pd, chiedendo di riequilibrare gli organici tenendo conto non della disponibilità di insegnanti per ogni regione, ma del numero degli alunni e delle esigenze specifiche di ogni sistema scolastico regionale. «Il Veneto risulta essere la regione più penalizzata dai pesanti tagli di spesa, ben 8,5 miliardi in cinque anni, effettuati a partire dal 2009 dalla riforma Gelmini-Tremonti - sottolinea Rubinato - con la riforma della Buona Scuola si è tornati a investire su questo settore strategico, ma rimane ancora consistente il gap da recuperare per il Veneto proprio per la penalizzazione insita nella spesa storica».

SCARICA L'ARTICOLO IN PDF


pubblicata il 27 luglio 2016

<<
<
 ... 620621622623624625626627628 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico