Il coordinamento "Don Enrico Torta" in piazza a Treviso

06 agosto 2016

Con rammarico non ho potuto partecipare alla manifestazione ‘Risparmi rubati, società violata’ organizzata il 20 luglio scorso a Treviso dal coordinamento delle associazioni soci banche popolari venete “Don Enrico Torta!”. Ho comunque inviato una lettera agli organizzatori per confermare che sono al fianco di ogni iniziativa che chieda verità e giustizia su quanto accaduto nella gestione delle due banche popolari venete (Leggi il testo integrale della lettera) e il 5 agosto scorso ho incontrato Don Torta e Patrizio Miatello in parrocchia a Dese. L'impegno delle forze politiche deve essere massimo, non per salvare i banchieri, ma per salvare il sistema del credito, indispensabile per poter tutelare i piccoli investitori frodati, i risparmiatori, i depositanti e i correntisti e per sostenere il finanziamento delle imprese. Il Fondo Atlante è stato messo in campo per evitare il default delle due banche salvando così i depositanti, i correntisti e gli obbligazionisti. Certo, so bene purtroppo che tantissimi piccoli soci hanno visto comunque dissolversi i risparmi di una vita e la loro rabbia è comprensibile. Per questo è indispensabile: far luce sulle responsabilità ad ogni livello, rafforzando le risorse umane e strumentali necessarie alla magistratura affinché siano accertate quanto prima le responsabilità degli amministratori e degli organi di controllo, anche per recuperare la ricchezza dilapidata da chi se ne è avvantaggiato; istituire una Commissione d'inchiesta in sede parlamentare; salvaguardare la continuità del sistema produttivo veneto, tutelando le imprese esposte con fidi garantiti da azioni delle due banche. Inoltre va verificata la fattibilità di meccanismi selettivi di tutela dei piccoli investitori che sono stati frodati ed hanno perso i frutti del lavoro di una vita, evitando tuttavia che a pagare il conto per la mala gestio dei banchieri siano i cittadini-contribuenti. Infine vanno messe in campo le iniziative utili al miglior collocamento sul mercato dei crediti in sofferenza delle due banche per favorire almeno in parte la rivalutazione dei relativi titoli azionari (al seguente link il report sulla manifestazione di OggiTreviso:http://www.oggitreviso.it/a3news/corteo-contro-le-banche-140968). 


pubblicata il 06 agosto 2016

<<
<
 ... 650651652653654655656657658 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico