Intanto l'ex parlamentare Rubinato battezza la prima festa di Veneto Vivo - Il Gazzettino

23 ottobre 2018

IL MONITO VENEZIA «La spallata del 22 ottobre di un anno fa è stata un fatto di popolo fondamentale, ma occorre restare uniti e mobilitati perché l'autonomia non arriverà a casa come un pacco dono». È quanto afferma Simonetta Rubinato, l'ex parlamentare del Pd che si era battuta per il sì al referendum e che ora, con l'associazione Veneto Vivo, ha organizzato per domenica prossima, 28 ottobre, a Roncade, la Prima Festa dell'Autonomia. Sarà una giornata di studio ed approfondimento sul tema del federalismo e dell'autonomia «aperta al libero confronto fra tutti coloro che vorranno portare il proprio contributo».LE DIFFICOLTÀ«L'autonomia differenziata chiesta dal corpo elettorale veneto - dice Rubinato - è utile anche all'Italia, ma sarà impervia da realizzare sul piano tecnico e durissima su quello politico, per le resistenze conservatrici centraliste e per l'opposizione aperta di chi temendo di perdere posizioni di rendita e di potere accusa di egoismo le regioni del Nord, senza neppure distinguere tra ordinarie e speciali, alimentando i timori dei cittadini meridionali di vedersi ridotti i trasferimenti. Se si aggiunge a questo la difficoltà di trovare le ingenti risorse necessarie per il reddito di cittadinanza e per la riforma della Fornero, temo che la sfida sia oggiancora più dura. Tanto più con una Lega, quella di Salvini, che volendo cercare consensi al Sud dovrà probabilmente imporre ulteriori sacrifici al Veneto, anche sul fronte dell'autonomia. Proprio prevedendo tutto ciò abbiamo costituito l'Associazione Veneto Vivo, come strumento utile a mantenere alta l'attenzione, l'impegno e la collaborazione di tutti coloro che credono in questa sfida di cambiamento».


pubblicata il 23 ottobre 2018

<<
<
 ... 293031323334353637 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico