Anche Bolzano e il Friuli Venezia Giulia spendono gli avanzi

01 agosto 2018

La Provincia Autonoma di Bolzano e di recente anche la Regione Friuli Venezia Giulia hanno approvato delle norme adeguatrici dell’art. 9, comma 1-bis, della legge 24 dicembre 2012 n. 243 e dell’art. 1, comma 466, della legge 11 dicembre 2016 n. 232 alla interpretazione delle sentenze della Corte Costituzionale n. 247/2017 e n. 101/2018, secondo cui l’avanzo di amministrazione, applicato al bilancio di esercizio, rientra tra le entrate finali rilevanti ai fini dell’equilibrio di bilancio, sia della Regione, che degli Enti locali territoriali. Vista l’efficacia delle due sentenze della Corte Costituzionale per tutti gli Enti locali (non solo per le Regioni speciali), non si comprende perché anche in Veneto non si raccolga senza ulteriori indugi l’assist fornito dalla Consulta agli Enti locali virtuosi per impegnare in investimenti e opere necessari alle comunità le risorse fiscali già messe a disposizione dai cittadini e dalle imprese, favorendo così la crescita e l’occupazione.

 


pubblicata il 01 agosto 2018

 
<
123456789 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico