Mutui indicizzati in franchi svizzeri: Baretta convochi un tavolo al Mef per tutelare i consumatori

29 dicembre 2017

Un tavolo di conciliazione presso il Mef per tutelare le migliaia di consumatori, numerosi quelli veneti, che si ritrovano 'in trappola' dopo aver stipulato per l'acquisto della prima casa un mutuo indicizzato in franchi svizzeri con le banche Woolwich e Barclays. Lo chiede la parlamentare Simonetta Rubinato al sottosegretario Pierpaolo Baretta. “Anche se le Camere sono ormai sciolte – osserva la deputata dem - il Governo Gentiloni continuerà ad operare nei prossimi mesi sino all'insediamento di un nuovo Esecutivo e il sottosegretario Baretta, avendo in particolare la delega in materia di banche, può affrontare la situazione di emergenza in cui si trovano - si stima - quasi 10mila famiglie italiane che, inconsapevoli dei rischi assunti a causa della scarsa trasparenza e chiarezza del contratto e della violazione degli obblighi di corretta informazione da parte degli istituti bancari, oggi sono prigioniere di un mutuo che incorpora una sorta di derivato, per cui gli impegni sottoscritti sono diventati gravosissimi, nella maggior parte dei casi ritrovandosi con rate maggiorate anche del 50%. Il tavolo di concertazione, presieduto dal Ministro dell’Economia o da un suo delegato, al quale dovrebbero partecipare le associazioni dei consumatori, tra cui in particolare Tu.Con.Fin, e quelle di categoria delle banche, oltre ad esperti in materia, dovrebbe servire, in tempi brevi e certi, a ricercare una possibile soluzione transattiva a favore dei mutuatari, richiamando Barclays alle proprie responsabilità. E ancora: ad agevolare con modalità semplificate la surrogazione di tali mutui, nel rispetto dell’articolo 120-quater del T.U. bancario, e a individuare le iniziative, anche normative, da assumere in ogni caso a tutela dei consumatori, oltre che le sanzioni per le Banche, da sottoporre al prossimo Parlamento”.

 

L’on. Rubinato aveva presentato, durante l’esame del disegno di Legge di Bilancio 2018, due emendamenti sul tema, oltre ad aver presentato una risoluzione in Commissione Finanze, d'intesa con il Presidente della stessa, Maurizio Bernardo, con il quale aveva incontrato le rappresentanti dell’Associazione per la tutela dei consumatori finanziari (Tu.Con.Fin), con lo scopo di impegnare il Governo ad assumere iniziative concrete a tutela dei consumatori in trappola.

 SCARICA IL COMUNICATO IN PDF


pubblicata il 29 dicembre 2017

<<
<
 ... 9596979899100101102103 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico