Fotovoltaico: Gse ancora senza posta elettronica certificata, imprese penalizzate

24 febbraio 2012

fotovoltaicoPer accedere agli incentivi per il fotovoltaico, le imprese devono rivolgersi al Gestore dei servizi energetici (Gse). Le domande, in forte crescita, comportano un rilevante scambio di documentazione cartacea che potrebbe diventare meno gravoso per i richiedenti se potessero utilizzare la posta elettronica certificata (Pec). Ad oggi, però, il Gse non ha ancora attivato la propria casella Pec, obbligando così le imprese ad inviare la documentazione in formato cartaceo.
 
Per tale motivo, segnalatomi da un ex amministratore del territorio, ho depositato in settimana alla Camera un’interrogazione a risposta in commissione al Ministro dello sviluppo economico per sapere quali iniziative intenda intraprendere, anche alla luce degli obiettivi di semplificazione e di sviluppo perseguiti dal Governo, per porre con urgenza rimedio al grave disagio che il protrarsi di questa situazione arreca alla imprese.
 
 
mimetype LEGGI IL TESTO DELL'INTERROGAZIONE

pubblicata il 24 febbraio 2012

<<
<
 ... 894895896897898899900901902 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico