Progetto Tav tratto Venezia-Trieste: si faccia chiarezza sul tracciato

03 febbraio 2012

tavDopo più di tre mesi dalle dichiarazioni dell'assessore Chisso e del commissario Mainardi sulla opportunità di verificare soluzioni alternative al tracciato balneare della Tav (ipotesi originaria della Regione) per le sue notevoli controindicazioni e le opposizioni del territorio, l'unica cosa che si sa con certezza è che stanno proseguendo delle attività di indagine geologica connesse proprio a quel progetto litoraneo. Per questo in settimana ho firmato l’interrogazione predisposta dal collega Rodolfo Viola, per conoscere lo stato dell'arte della situazione. Pare incredibile che dopo tanto tempo nessuno abbia avuto modo di formalizzare ai Sindaci interessati se realmente si sta procedendo - e in quale modo - ad una revisione del progetto.
 
Con l’interrogazione a risposta in Commissione chiediamo al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti quale sia il progetto alternativo al tracciato della TAV sul tratto Venezia-Trieste al quale, su incarico della Regione Veneto, Italferr sta lavorando e quali siano i tempi di presentazione di tale progetto e se si ritenga opportuno continuare a svolgere onerose attività legate al progetto originario quando lo stesso Commissario ha indicato l’opportunità di verificare soluzioni alternative, chiedendo, d’intesa con RFI, alla Regione Veneto un contributo al finanziamento dello studio di fattibilità del progetto di potenziamento dell’attuale linea ferroviaria.
 
 
mimetype SCARICA IL TESTO DELL'INTERROGAZIONE

pubblicata il 03 febbraio 2012

<<
<
 ... 916917918919920921922923924 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico