Bloccare gli investimenti finanziati da Simest che delocalizzano il ‘made in Italy' agroalimentare

01 dicembre 2011

alimenti_italianiA seguito delle denunce da parte della Coldiretti nei confronti della Simest, società partecipata dal Ministero dello sviluppo economico che finanzierebbe con risorse pubbliche importanti aziende alimentari del made in Italy che producono all’estero i prodotti tipici italiani, il collega Giuseppe Berretta ha presentato un’interrogazione a risposta scritta al ministro Corrado Passera.
 
L’interrogazione, che ho sottoscritto accogliendo l’appello lanciato anche dalla Coldiretti trevigiana, chiede tra le altre cose, di sapere quali iniziative il Ministero intenda mettere in campo per verificare i criteri con cui vengono scelti, da parte della SIMEST, i progetti da finanziare e se non sia da ritenere, comunque, urgente deliberare il blocco degli attuali investimenti in attività di delocalizzazione di produzioni agroalimentari che costituiscano attività di concorrenza sleale o forse meglio sarebbe dire di agro-pirateria.
 
 
mimetype SCARICA IL TESTO DELL'INTERROGAZIONE

pubblicata il 01 dicembre 2011

<<
<
 ... 949950951952953954955956957 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico