Cresce l'illegalità nei giochi e scommesse: il Governo assuma iniziative!

17 giugno 2011

L'industria dei giochi e scommesse legali nel nostro Paese è in continua crescita con una raccolta nel 2009 di 54,4 miliardi di euro e nel 2010 di 61,4 miliardi di euro. Nella relazione del Presidente della commissione antimafia, Giuseppe Pisanu, del 17 novembre scorso, si stimava una raccolta del gioco lecito e illecito di 100 miliardi di euro e quindi, per sottrazione, il gioco illegale è circa il 40 per cento dell'intero fatturato.
 
Tale stato di cose, oltre a sottrarre alle casse dello Stato circa 55 miliardi di euro, favorisce la criminalità organizzata, incrementando usura e riciclaggio del denaro sporco. Un fenomeno che può essere arginato attuando una serie di misure, alcune delle quali previste dalla legge di stabilità 2011, come gli interventi per garantire la correttezza e la trasparenza dell'operatività delle società concessionarie.
 
Per conoscere quali iniziative intenda assumere in concreto il Governo, il collega Rolando Nannicini ha presentato un’interpellanza urgente al ministro dell’Economia e delle Finanze, a cui ho dato convinta la mia adesione. 
 
 
mimetype SCARICA IL TESTO DELL'INTERPELLANZA  (61 KB)

pubblicata il 17 giugno 2011

ritorna
 
  Invia ad un amico