Comuni, subito i fabbisogni standard

26 giugno 2014

Subito online i dati sui fabbisogni standard dei Comuni e delle Province. Lo chiedono al ministro dell'Economia e delle finanze con un'interrogazione alcuni parlamentari del Pd. Con il testo, depositato alla Camera, i deputati Rubinato (prima firmataria), Moretto, Zardini, De Menech, Rotta, Ginato e Naccarato chiedono anche quando i dati, già elaborati da Sose, in collaborazione con Ifel e Upi, e asseverati da Copaff, saranno finalmente utilizzati sulla base di quanto stabilito dalla legge delega n. 42/2009 per l'attuazione del federalismo fiscale e inoltre in che tempi saranno disponibili anche i dati sulle capacità fiscali standard, necessari a definire in modo equo e non assistenzialista la perequazione fiscale e finanziaria fra i livelli di governo centrale e le autonomie territoriali.

"I fabbisogni standard - ricorda l'on. Simonetta Rubinato - rappresentano parametri di riferimento utili non solo per gli amministratori, ma anche e soprattutto per i cittadini che possono così essere messi in condizione di esercitare un controllo attivo e democratico sulla gestione degli enti locali da parte dei rappresentanti che hanno eletto. Che significa poter controllare e confrontare i costi sostenuti da ciascun Comune per erogare i servizi e garantire il funzionamento della macchina amministrativa, sapendo in modo preciso che fine fanno i soldi versati con le proprie tasse".

Il lavoro iniziato dal Sose segna l'avvio di una radicale riforma delle relazioni tra livelli centrali e locali di governo per superare il criterio di spesa storica, "parametro - osserva la parlamentare del Pd - che da sempre è fonte di iniquità nella distribuzione delle risorse, a spese della maggior parte dei comuni del Veneto, e causa di inefficienza nella gestione della spesa da parte di sindaci e amministratori locali".


pubblicata il 26 giugno 2014

<<
<
 ... 236237238239240241242243244 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico