Il Papa compie un gesto straordinario

11 febbraio 2013

"Di fronte alla scelta di Benedetto XVI di lasciare, in modo inaspettato, la guida della Chiesa, avvertiamo un senso di smarrimento ma cogliamo tutto il valore di un gesto di rara grandezza, soprattutto di questi tempi in cui scienza e tecnologia ci hanno inculcato l'idea dell'infallibilità dell'essere umano. Il Papa, al contrario, riconoscendo i propri limiti, legati alla sua età e alla difficoltà di reggere un compito di grande responsabilità, ci ha ricordato, con straordinaria semplicità, che non siamo infallibili e che per il bene della collettività dobbiamo essere capaci, quando arriva il momento, di fare un passo indietro vincendo la tentazione del potere". Lo afferma Simonetta Rubinato, parlamentare del Pd.

"La scelta di Benedetto XVI - ricorda - è straordinaria anche per ciascun cristiano: il Papa ha valutato nell'intimo della sua coscienza di non avere più le forze adeguate per essere ‘missionario' nel mondo della Parola di Dio e di conseguenza ha deciso di lasciare il soglio pontificio. E' un messaggio dirompente: con questo gesto Ratzinger riafferma il primato della coscienza dell'uomo sullo stesso diritto canonico e sulle tradizione curiali nel rispondere davanti a Dio delle proprie decisioni".

mimetype  SCARICA IL COMUNICATO IN PDF 


pubblicata il 11 febbraio 2013

<<
<
 ... 430431432433434435436437438 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico