Via del Mare: i dubbi rimangono

04 agosto 2010

"Non è tutto oro quel che luccica. L'esenzione dei residenti nei comuni del tratto trevigiano non è una condizione essenziale del bando, ma solo un criterio eventuale per un maggior punteggio, che non dà alcuna certezza ai nostri cittadini, né tanto meno alle nostre imprese, di percorrere gratis la Via del Mare. Tanto più che vi sono seri dubbi sulla sostenibilità di questa estensione per il piano finanziario dei privati". Queste le considerazioni a caldo della parlamentare e sindaco di Roncade Simonetta Rubinato all'annuncio dell'assessore Chisso che la Giunta regionale ha previsto nella predisposizione del bando per la concessione dell'Autostrada del Mare un punteggio più favorevole relativamente all'estensione e all'esenzione dal pedaggio anche per i residenti nei comuni di Roncade, San Biagio di Callalta, Silea e Treviso, oltre ovviamente che per i sette comuni del veneziano. "Che dire poi del fatto che mentre gli abitanti della città di Treviso potrebbero arrivare gratis al mare, i cittadini di Monastier dovrebbero pagare? E' anche facile prevedere che un bel po' di non residenti, dopo aver percorso il tratto libero da Treviso a Roncade, sceglieranno la strade secondarie da Meolo in poi, con ovvie ricadute sui centri urbani. E in ogni caso resta il fatto che i veneti nell'era del federalismo saranno costretti a pagare con il pedaggio per quarant'anni l'adeguamento di una infrastruttura pubblica (o meglio della metà) strategica per il territorio e le imprese del trevigiano e del veneziano".

"Mi sarei aspettata un po' di attenzione della Giunta Regionale dopo decenni di trascuratezza di questa arteria e del nostro territorio - prosegue la parlamentare e sindaco di Roncade -. E invece l'unica soluzione che si sono saputi inventare è la trasformazione a pedaggio di una strada regionale, fortemente integrata con il territorio, che proprio perché realizzata con risorse pubbliche doveva essere adeguata e tenuta in manutenzione con investimenti pubblici e non con lo strumento della finanza di progetto". Alcuni giorni fa il Comune di Roncade ha inviato una lettera al Presidente Zaia e alla Giunta Regionale invitandoli ad annullare in autotutela la delibera di presa d'atto del parere della Commissione Via, assunta dalla Giunta precedente negli ultimi giorni di legislatura. "Ma pare che la maggioranza di Centro Destra non abbia alcuna intenzione di ascoltare le nostre ragioni" conclude l'on. Rubinato.

mimetype SCARICA IL COMUNICATO IN PDF (143 KB)


pubblicata il 04 agosto 2010

<<
<
 ... 843844845846847848849850851 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico