Treviso Mare: va messa in sicurezza

30 giugno 2011

Stamane si è verificato l'ennesimo incidente lungo la Treviso Mare (SR 89), ai confini tra i Comuni di Roncade e Silea. "E' più che mai urgente avviare la messa in sicurezza di questa trafficata arteria stradale - dichiara Simonetta Rubinato, sindaco di Roncade - Un adeguamento che, come dimostra lo studio preliminare approvato in Conferenza dei Servizi lo scorso febbraio, si può realizzare, nella tratta tra la tangenziale di Treviso fino alla statale Triestina, con una spesa di 105 milioni, programmando gli interventi sulla base delle priorità, in modo da essere sostenibili con risorse pubbliche".

Regione e Veneto Strade hanno deciso invece di affidare ai privati la realizzazione della ‘Via del Mare', attraverso un progetto di finanza che trasforma questa infrastruttura oggi pubblica nel tratto veneziano in una superstrada a pedaggio. Nei giorni scorsi, il Comune di Roncade ha ribadito la sua contrarietà alla ‘Via del Mare', in occasione dell'incontro convocato dal presidente Zaia per esaminare il progetto preliminare in vista dell'approvazione del Cipe. "Nell'occasione - spiega l'assessore alle infrastrutture Guido Geromel - abbiamo chiesto che fossero acquisiti i documenti del nostro studio, in quanto riteniamo che i dati elaborati possano essere utili per una valutazione comparativa, considerata la parziale sovrapposizione del tracciato della superstrada a pagamento con l'ambito considerato nel progetto di messa in sicurezza della SR 89".

Secondo il sindaco Rubinato "è ormai evidente che la scelta di realizzare una superstrada a pedaggio è solo politica e non suffragata da un'adeguata analisi costi-benefici che giustifichi il ricorso al progetto di finanza. Per questo Veneto Strade ha espresso parere contrario sullo studio concertato per la messa in sicurezza della Treviso Mare". Nella seduta della Conferenza dei Servizi il rappresentante della Società Regionale ha infatti eccepito che lo studio non tiene conto delle ricadute di traffico della futura Pedemontana, pur riconoscendo l'integrale adempimento dell'incarico da parte della società Tepco Srl. "Peccato - conclude il primo cittadino di Roncade - che sono stati propri gli Uffici di Veneto Strade a non fornire quei dati, nonostante fossero stati loro espressamente richiesti. Evidentemente, poiché l'Assessore regionale vuol fare un progetto di finanza anche sul tratto trevigiano, è evidente che la Società Regionale non poteva dare parere favorevole".

Intanto, nella seduta di lunedì 27 giugno, il Consiglio Comunale di Roncade ha approvato all'unanimità la ratifica dell'esito favorevole espresso dalla Conferenza dei Servizi sullo studio preliminare per la messa in sicurezza della SR 89-Treviso Mare.

mimetype SCARICA IL COMUNICATO IN PDF (185 KB)


pubblicata il 30 giugno 2011

<<
<
 ... 631632633634635636637638639 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico