Boccata d'ossigeno per i Comuni virtuosi

15 novembre 2010

Una novità è stata introdotta nella Legge di Stabilità per i Comuni che hanno sempre risparmiato sui costi del personale e che oggi sono alle prese con la difficoltà di garantire fondamentali servizi ai cittadini, a causa del pressoché indiscriminato e totale blocco delle assunzioni. La Commissione Bilancio della Camera ha approvato un sub-emendamento proposto dall'on. Simonetta Rubinato e fatto proprio dal Relatore che consente una deroga al limite imposto dalla manovra economica della scorsa estate, purché siano rispettati gli obiettivi del patto di stabilità e i limiti di contenimento complessivo delle spese di personale.

"A quanti dei nostri Comuni virtuosi che hanno una incidenza delle spese di personale rispetto alle spese correnti non superiore al 35% - spiega l'on. Simonetta Rubinato, deputata del Pd che è stata promotrice dell'iniziativa - sarà concesso di derogare dal limite che fino ad oggi permetteva loro di assumere praticamente 1 dipendente ogni 5 che andavano in pensione entro l'anno. Una norma assurda che impediva ai nostri Comuni di garantire funzioni fondamentali, come quelle affidate alla polizia locale, alle assistenti sociali o al personale impiegato agli sportelli dell'anagrafe".


Per l'on. Simonetta Rubinato si tratta pur sempre di una boccata d'ossigeno: "I vincoli del Patto di Stabilità restano pesantissimi sui nostri bilanci, visto che ad essi si aggiungono anche i pesanti tagli ai trasferimenti. Ma con questa norma si consente agli Enti più virtuosi almeno di poter assumere il personale indispensabile al ricambio di chi va in pensione, aprendo qualche spiraglio anche sul fronte occupazionale a beneficio soprattutto dei nostri giovani".

mimetype SCARICA IL COMUNICATO IN PDF (142 KB)

mimetype LEGGI L'ARTICOLO PUBBLICATO IN MERITO DA ITALIA OGGI DEL 17 NOVEMBRE 2010  (124 KB)


pubblicata il 15 novembre 2010

<<
<
 ... 769770771772773774775776777 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico