Treviso, alloggi Inpdap da vendere

13 gennaio 2012

L'on. Simonetta Rubinato, con un'interrogazione parlamentare, chiede al Governo di mettere fine alla paradossale vicenda di cui sono vittime gli inquilini degli alloggi Inpdap siti in via Albona e via Capodistria a Treviso. Si tratta di 65 famiglie che da oltre dieci anni stanno attendendo la vendita a loro favore degli appartamenti in cui vivono, dopo che l'Inpdap si era più volte impegnata in tal senso. Ora sono preoccupati che per effetto dell'articolo 21 della manovra ‘SalvaItalia' varata dal Governo Monti, in cui è prevista la soppressione dell'Inpdap, che sarà accorpata all'Inps, la soluzione della loro vicenda rischi di andare incontro ad ulteriori lungaggini.

"Il caso che vede coinvolte queste famiglie - spiega la parlamentare del Pd - è paradossale e iniquo, soprattutto se confrontato con le scandalose vicende, denunciate a suo tempo anche dalla Gabanelli su Report, legate alla vendita di mega appartamenti e superattici romani a soggetti politici a prezzi assolutamente stracciati.
Mentre vi è la necessità impellente di reperire urgentemente fondi per sanare la disastrosa situazione della finanza pubblica, le inefficienze burocratiche stanno provocando un grave danno alle casse dello Stato, perché con il passare gli anni gli alloggi, sempre più degradati, perdono valore e alcuni di essi (18) sono orami sfitti da tempo. Senza dimenticare, infine, che gli inquilini degli alloggi Inpdap di Treviso, nella vana attesa della cessione, hanno visto i loro risparmi di lavoratori e pensionati bloccati e svalutati".

Due le richieste contenute nell'interrogazione che l'on. Rubinato rivolge ai Ministri dell'economia e del lavoro: accelerare il procedimento amministrativo per permettere quanto prima la vendita agli inquilini degli immobili di via Albona e via Capodistria e impartire precisi indirizzi in sede amministrativa al fine di evitare che la disposta soppressione dell'Inpdap non comporti ulteriori ritardi alle procedure di vendita ancora in corso.

mimetype SCARICA IL COMUNICATO IN PDF 


pubblicata il 13 gennaio 2012

<<
<
 ... 550551552553554555556557558 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico