Obbligo catene: serve una sospensione

22 novembre 2011

"E' stupefacente che il presidente della Provincia di Treviso Muraro e il consigliere regionale leghista Baggio, alla pari dell'assessore regionale Chisso, si siano già dimenticati che la norma che impone l'obbligo agli automobilisti veneti di avere a bordo catene o gomme da neve è stato proposta dal loro governo Berlusconi-Bossi. Anziché lamentarsi oggi del caos che regna sovrano (che pure è un problema reale) potevano approfittare del lungo tempo che è intercorso dall'approvazione della legge, avvenuta nel luglio 2010, per promuovere un tavolo di coordinamento ed evitare l'ennesimo salasso e un altro disagio ai cittadini veneti". Lo sostiene l'on. Simonetta Rubinato intervenendo in merito alle ordinanze scattate il 15 novembre scorso su molte strade del Veneto. "Sarebbe opportuno - continua la parlamentare del Pd - che gli esponenti di Pdl e Lega al governo della Regione e delle Province, dimostrino un minimo di responsabilità attivandosi per una sospensione dell'obbligo a carico dei cittadini sulla rete stradale della regione almeno fino a quando non sia stata fatta chiarezza anche in merito alla collocazione di un'adeguata segnaletica di avviso per gli automobilisti, come per esempio ha fatto Friuli Venezia Giulia Strade".

"La confusione generata da questa vicenda - conclude l'on. Rubinato - conferma come siano troppi i livelli di governo e le sovrapposizioni di competenze in materia di gestione delle strade. Da questo punto di vista non si è visto nessun risultato positivo nonostante il precedente Governo avesse un ministro per le riforme e uno per la semplificazione"

mimetype SCARICA IL COMUNICATO IN PDF 


pubblicata il 22 novembre 2011

<<
<
 ... 570571572573574575576577578 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico