Falsi invalidi, serve pugno di ferro

05 febbraio 2011

"Per colpire i troppi furbi che truffano lo Stato al motto ‘fatta la legge, trovato l'inganno' è necessario far funzionare la rete di controlli e applicare con rigore le sanzioni già previste dalle norme vigenti. Perché non è accettabile, soprattutto alla luce dei pesanti tagli al sociale da parte di Stato e Regione, che ci siano cittadini che fingendosi invalidi calpestino i diritti di chi è malato veramente percependo l'indennità sociale in maniera illegittima". L'on. Simonetta Rubinato interviene in merito alla scoperta di falsi invalidi nel trevigiano, per chiedere agli enti preposti di usare il pugno di ferro contro chi si spaccia per invalido. Una richiesta che la deputata democratica aveva avanzato già in occasione della manovra economica varata dal Governo prima dell'estate: "In quell'occasione, contestando i tagli previsti, avevo chiesto di rendere più efficaci i controlli al fine di poter destinare le risorse grazie ad essi ricavate all'aumento del misero assegno mensile percepito dagli invalidi veri".

"Ci auguriamo che quelli venuti alla luce siano casi isolati - conclude l'on. Rubinato -, ma, in attesa che la giustizia faccia il suo corso e che siano al più presto verificate le eventuali responsabilità, è fondamentale intensificare i controlli per scovare i troppi furbi in circolazione".

mimetype SCARICA IL COMUNICATO IN PDF (142 KB)


pubblicata il 05 febbraio 2011

<<
<
 ... 716717718719720721722723724 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico