Napolitano ridà voce al Parlamento

04 febbraio 2011

"Mi auguro che l'iniziativa assunta dal Presidente Napolitano venga colta come l'occasione per riaprire il confronto in aula sul federalismo municipale, riforma attesa dai nostri Comuni, ma ancor prima da cittadini e imprese. E' necessario però che la maggioranza rinunci alle prove di forza e si misuri concretamente con quanti, tra questi il Partito democratico, sono disposti a discutere un progetto di vero federalismo, ben diverso da quello fino ad oggi prospettato dal Centro Destra. Perché fintanto che non si metteranno da parte le contrapposizioni politiche sarà impossibile in questo Paese varare alcuna riforma". L'on. Simonetta Rubinato, deputata democratica ed esponente di Modem, esprime apprezzamento per la decisione del Capo dello Stato che ha richiamato al Governo l'obbligo di "rendere comunicazioni alle Camere prima di una possibile approvazione definitiva del decreto in difformità dagli orientamenti parlamentari".

"L'iniziativa di Napolitano - commenta la parlamentare veneta - ci conforta perché conferma quanto noi avevamo auspicato nei giorni scorsi, anche in seguito all'appello al dialogo che proprio lo stesso Presidente aveva lanciato alla vigilia del voto in Bicamerale. Stoppando la forzatura compiuta dal Consiglio dei Ministri, Napolitano ridà dignità al Parlamento che era stato esautorato dalle incaute decisioni della maggioranza".

"Se il Centro Destra - conclude l'on. Rubinato - vuole davvero approvare questa riforma si confronti con le nostre proposte sapendo che Comuni, cittadini ed imprese non vogliono un finto federalismo, che serve soltanto come medaglia da far valere in campagna elettorale, ma chiedono un vero cambiamento all'insegna di una maggiore autonomia e responsabilità".

mimetype SCARICA IL COMUNICATO IN PDF (144 KB)


pubblicata il 04 febbraio 2011

<<
<
 ... 717718719720721722723724725 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico