La Rubinato punge Zaia «Non può dire solo no» - Il Gazzettino

02 settembre 2015

Pagina III, Primo Piano

TREVISO – «Zaia non può limitarsi a dire di no. Tutti vedono che così le cose non stanno funzionando. Il governatore dovrebbe affrontare il tema dei profughi sedendosi al tavolo della trattativa con il governo. E lì potrebbe porre delle condizioni». Il suggerimento arriva da Simonetta Rubinato, deputata del Pd. Per l'ex sindaco di Roncade, la Regione potrebbe anche mettere degli aut aut. Essenzialmente chiedere qualcosa in cambio. L'importante è che inizi a sporcarsi le mani. «Trattando con il governo, Zaia potrebbe insistere per velocizzare l'iter di riconoscimento dei rifugiati – spiega la deputata – così come chiedere delle procedure nuove per accelerare i rimpatri di chi non ha titolo per restare». Non aspetti di poco conto. Ma cose che la Lega chiede a gran voce. Tranne poi chiudere la porta ai profughi senza lasciare uno spiraglio. «La Regione deve assumere la regia e poi tutti devono fare la propria parte – conclude Rubinato – solo così è possibile l'accoglienza diffusa. Senza dover ricorrere alle caserme come accaduto con la Serena».

SCARICA L'ARTICOLO IN PDF


pubblicata il 02 settembre 2015

<<
<
 ... 898899900901902903904905906 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico