Si salvano i lavoratori socialmente utili dei comuni - Italia Oggi

29 ottobre 2015

Pagina 33, Enti locali

Salvi gli Lsu dei comuni. Gli enti locali potranno continuare a utilizzare i lavoratori socialmente utili fino a quando l'Anpal (la nuova Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro, prevista dal Jobs act e non ancora istituita) non adotterà la convenzione quadro sulla base della quale si potranno concludere i futuri accordi tra regioni e amministrazioni interessate all'impiego degli Lsu. È quanto prevede un emendamento del Pd (prima firmataria Simonetta Rubinato) al decreto legge n. 154/2015 («Disposizioni urgenti in materia economico-sociale») approvato martedì in commissione bilancio della camera. La correzione, anticipata su ItaliaOggi del 15 ottobre) risolve il pasticcio creato dal dlgs n. 150/2015, il settimo decreto attuativo del Jobs act, in vigore dal 24 settembre, che limita la vigenza delle vecchie norme sugli Lsu (dlgs n. 468/1997) ai soli progetti e lavori socialmente utili «in corso alla data di entrata in vigore del decreto», mentre le abroga per il futuro. Con la conseguenza di bloccare il rinnovo dei contratti in scadenza. Uno scenario che avrebbe rischiato di paralizzare molti comuni dove servizi anche di una certa importanza (dalla pulizie delle palestre o delle scuole, alla gestione delle biblioteche o degli uffici comunali) continuano a essere garantiti solo attraverso l'impiego degli Lsu.

Nonostante sia stato predisposto d'intesa con il ministero del lavoro, l'emendamento Rubinato, firmato anche da Alessia Rotta, Gian Mario Fragomeli e Cinzia Maria Fontana, ha avuto un cammino parlamentare piuttosto tormentato, visto che prima è stato dichiarato inammissibile per estraneità di materia dal presidente della commissione bilancio, Francesco Boccia, che poi lo ha riammesso su ricorso dei deputati presentatori in una nuova formulazione, questa volta inattaccabile, secondo cui, per garantire agli enti la continuità nello svolgimento delle attività di pubblica utilità, le vecchie regole sugli Lsu (articoli 7 e 8 del dlgs n. 468/1997) sono estese ai progetti e ai lavori in corso «alla data di adozione della convenzione quadro» predisposta dall'Anpal. «Stiamo cercando di evitare in questa fase transitoria il blocco dell'utilizzo degli Lsu che creerebbe gravi disagi nell'erogazione dei servizi all'utenza, visto che solo in Veneto nel 2014 sono state oltre 7 mila le persone impiegate negli enti locali come manutentori o amministrativi», ha dichiarato Rubinato.

SCARICA L'ARTICOLO IN PDF


pubblicata il 29 ottobre 2015

<<
<
 ... 828829830831832833834835836 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico