Materne paritarie, dopo mia interrogazione al ministro Giannini sbloccato iter contributi, ma resta allarme per gestione scuole

01 giugno 2016

Il 13 maggio scorso ho depositato alla Camera un’interrogazione con cui ho chiesto al Ministro dell’istruzione, Stefania Giannini, di intervenire con urgenza per sbloccare l'iter ministeriale necessario per l'erogazione dei fondi stanziati dalla Legge di Stabilità 2016 alle scuole paritarie a garanzia della funzionalità del servizio (clicca qui per leggerla clicca qui).   

Ero infatti stata allertata dal Presidente della Fism regionale, la federazione che si occupa di oltre mille scuole materne del Veneto che accolgono oltre 81.000 bambini dai tre ai sei anni (il 60%), preoccupato del ritardo nell’emanazione del Decreto Ministeriale che deve fissare i criteri e parametri per l’assegnazione dei contributi per l’anno scolastico 2015/2016. Il rischio è che l’erogazione dei contributi per l’anno scolastico che si sta concludendo arrivi addirittura più tardi dell’anno scorso, quando il decreto ministeriale fu emanato il 22 aprile e i contributi furono concretamente ricevuti dalle scuole del Veneto solo tra la fine di agosto e i primi di settembre. Il che comporterebbe lo slittamento ad ottobre del concreto pagamento delle somme alle scuole, mettendo a rischio non solo l’erogazione degli stipendi agli insegnanti nei mesi estivi in cui i gestori non ricevono le rette delle famiglie, ma anche l'apertura stessa delle scuole a settembre prossimo. L’iter della procedura ministeriale prevede, infatti, dopo la firma del DM da parte del Ministro altri passaggi: il parere della Corte dei Conti, la delibera della Direzione Generale Ordinamenti e i successivi adempimenti da parte degli Uffici scolastici regionali e quindi degli Uffici scolastici provinciali. La situazione è particolarmente grave in Veneto, dove le scuole paritarie dell’infanzia devono già fare i conti con i ritardi nell’erogazione dei contributi regionali.

Nell'ultima settimana di maggio, dopo aver sollecitato personalmente la stessa ministra Giannini, sono dunque stata in stretto contatto con il Ministero, in particolare con la direzione generale ordinamenti scolastici, con la dottoressa Carmela Palumbo e la capo dipartimento Rosa De Pasquale, che si sono spese per trovare una soluzione, in un serrato confronto con il Gabinetto del Ministro, i cui dirigenti hanno determinato il grave ritardo nell'emanazione del decreto ministeriale pretendendo continue ri-scritture dello stesso, in forza di una sentenza del Tar che ha parzialmente accolto un ricorso di Aninsei (l'associazione nazionale degli istituti scolastici non statali affiliata a Confindustria) relativo peraltro all'anno scolastico 2012/2013, che censurava il criterio soggettivo di attribuzione dei fondi basato sulla definizione di scuole 'senza fini di lucro'. Un vero e proprio caso di burocrazia difensiva, che paventando ulteriori ricorsi di Aninsei, ha ritardato la firma del ministro sul decreto, giunta solo in data 1 giugno scorso. Ora il DM è alla Corte dei Conti, che ha trenta giorni di tempo per il suo parere. Solo successivamente la Direzione Generale Ordinamenti potrà procedere ad attivare gli USR e USP.

Rimangono perciò fondate le nostre preoccupazioni per la tenuta di queste scuole. Pensare che il Parlamento ha messo a disposizione i fondi con la Stabilità 2016 dal 1º gennaio scorso e che le scuole hanno fornito il servizio pubblico per tutto l'anno scolastico ormai concluso. Ma agli alti funzionari del Gabinetto la sostenibilità e quindi la sopravvivenza di queste scuole senza fini di lucro (che svolgono un servizio pubblico in luogo dello Stato con grande risparmio di risorse, solo per l'infanzia in Veneto si tratta di centinaia di milioni) non sembra interessare.

Vi segnalo ai seguenti link una rassegna stampa sul tema:

http://www.avvenire.it/Cronaca/Pagine/Paritarie-ok-al-decreto-Ma-i-tempi-si-allungano-.aspx

http://www.trevisotoday.it/politica/treviso-rubinato-materne-paritarie-stipendi-13-maggio-2016.html

http://www.lavitadelpopolo.it/Societa-e-Politica/Scuole-dell-infanzia-paritarie-stipendi-a-rischio

http://www.tempi.it/rubinato-da-sinistra-in-soccorso-delle-scuole-paritarie-lo-stato-si-sbrighi-a-versare-i-fondi#.V0BlCvmLTIU


pubblicata il 01 giugno 2016

<<
<
 ... 605606607608609610611612613 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico