Autonomia veneta, si parte da Sappada - Corriere delle Alpi

10 febbraio 2016

Pagina 27, Cronaca

SAPPADA Negoziare con il Governo le condizioni di un’autonomia speciale anche per il Veneto, proprio a partire dalla vicenda Sappada. Ancora una volta concordano su questo tema Luca Zaia, presidente della Regione, e la senatrice del Pd Simonetta Rubinato. Zaia insiste con i suoi dubbi sul distacco di Sappada dal Veneto al Friuli Venezia Giulia. «I sappadini ritengono legittimamente di essere ad un passo dalla soluzione del referendum 2008 con l’ormai prossimo voto alla Camera e al Senato. Devono però sapere che il Friuli, mentre è pronto ad appagare i loro desideri di ritorno alla madre patria sul piano culturale, ha delle condizioni economiche che non rendono vantaggiosa, per la vicina Regione, la copertura fiscale della nuova comunità». Quindi non è che traslocando in Friuli Sappada trovi l’Eldorado: questo è quanto vuol comunicare Zaia. Ieri mattina, in un’intervista a Radio Cortina, il governatore del Veneto non ha lastricato di buoni propositi il percorso futuro che Sappada si appresta a completare. È poi evidente – ha ricordato Zaia – che una volta che Sappada diventerà friulana, ci saranno decine di comuni di confine che seguiranno lo stesso itinerario. Zaia mette in conto, a questo punto, i rischi di uno smottamento giuridico-istituzionale che comprometterà alle radici l’assetto del Veneto, provocando quanto meno l’affermarsi di una regione delle autonomie. Il dibattito, per il ministro Del Rio, il governatore Zaia e il presidente della provincia di Bolzano, Kompatscher, c’è tutto; sabato si ritroveranno a Cortina per discutere anche di questo. Ai piedi del Peralba, intanto, è salita anche l’onorevole trevigiana Simonetta Rubinato del Pd: «Sono tornata a Sappada in occasione del tradizionale Carnevale», ha dichiarato. «Ho avuto l’occasione di conoscere il sindaco, Manuel Piller Hoffer, ed il suo vicesindaco, Marco Rossa, ed ho ascoltato da loro le ragioni per cui questa comunità del Comelico vuole passare al Friuli Venezia Giulia, Regione che sta investendo oltre 70 milioni di euro in progetti di impianti di risalita, investimenti e servizi per lo sviluppo del territorio montano, cifre che sono inarrivabili restando in Veneto». Per Rubinato «la risposta al disagio di tanti comuni montani come Sappada (ma non solo) non può più stare solo nei fondi di confine o in una asserita specialità della sola provincia di Belluno, perché il problema della sproporzione tra ciò che i veneti conferiscono con la fiscalità generale e la spesa pubblica complessiva per abitante nella nostra Regione non è più accettabile. Bisogna che la Regione negozi con il Governo le condizioni di un'autonomia speciale anche per il Veneto». Francesco Dal Mas

SCARICA L'ARTICOLO IN PDF


pubblicata il 10 febbraio 2016

<<
<
 ... 688689690691692693694695696 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico