Unioni civili, siamo con il sen. Tonini per una mediazione fino all'ultimo

04 febbraio 2016

Dalla Camera dei Deputati arriva un incoraggiamento al sen. Giorgio Tonini, impegnato in queste ore a ricercare una mediazione all’interno della maggioranza di governo, per trovare il massimo consenso possibile sul ddl Cirinnà. “La proposta di esplorare tutti i possibili punti di convergenza nella maggioranza che sostiene il Governo sul disegno di legge sulle unioni civili – spiegano i deputati Simonetta Rubinato, Tino Iannuzzi, Giuseppe Lauricella, Teresa Piccione e Piergiorgio Carrescia – va proprio nella direzione da noi auspicata nel documento presentato alla vigilia della discussione in Aula al Senato. Nessuno di noi cerca pretesti per intralciare l'iter del provvedimento, che va sicuramente approvato per riconoscere i diritti civili di tutte le persone, ma una revisione del testo si impone per non lacerare in profondità il Paese”.

"Condividiamo, in particolare, l'apertura lanciata dal sen. Tonini relativa all’articolo 5 del testo, ovvero la stepchild adoption. La proposta di stralciare questo punto, motivata dalla volontà di inserire la questione all’interno di una organica riforma delle adozioni da approvare in tempi brevi, anche attraverso una delega al Governo, va nella direzione di cercare il massimo consenso in Parlamento e nel Paese” concludono i deputati, perché soltanto così “è possibile garantire la piena tutela ai diritti dei minori, evitando di legittimare o incentivare comportamenti gravemente antigiuridici”. 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF


pubblicata il 04 febbraio 2016

<<
<
 ... 771772773774775776777778779 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico