Veneto Banca, dopo l'azione di responsabilità, avanti con la commissione d'inchiesta

16 novembre 2016

“Il via libera, dato finalmente oggi dall’assemblea di Veneto Banca, all’azione di responsabilità nei confronti dei vertici bancari in carica dal 2006 al 2014 è un atto dovuto, che arriva con grave ritardo, il segno che la nuova dirigenza vuole fare chiarezza su chi abbia portato l’istituto al grave dissesto in cui si trova. Ciò che conta è che ora si proceda rapidamente, così come mi auguro procedano in modo sollecito anche le azioni già in corso da parte della magistratura a tutela dei risparmiatori e degli investitori”. Lo afferma Simonetta Rubinato, parlamentare del Pd, che ora confida venga anche sbloccata l’istituzione della commissione parlamentare d’inchiesta. “Essa – spiega – è l’unico strumento a disposizione del Parlamento per avere i mezzi d’indagine necessari a comprendere quanto accaduto e verificare le responsabilità ad ogni livello istituzionale in un settore così importante per l’economia e la società come quello del credito e del risparmio, anche perché la gran parte dei soci delle popolari venete non erano investitori ma risparmiatori e come tali hanno diritto alla  tutela prevista dall’art. 47 della Costituzione”. 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF


pubblicata il 16 novembre 2016

<<
<
 ... 497498499500501502503504505 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico