Voucher baby-sitting lavoratrici autonome: misura da attuare e rifinanziare

15 settembre 2016

Il 12 settembre scorso ho firmato anch'io l’interpellanza urgente alla Camera dell’on. Patrizia Maestri per chiedere al Governo di adottare con urgenza il decreto ministeriale necessario a dare attuazione ai «voucher baby sitting» per le madri lavoratrici autonome o imprenditrici, misura per la quale sono stati stanziati 2 milioni di euro per l'anno corrente. Inoltre nella stessa interpellanza abbiamo chiesto al Governo di considerare l'opportunità di prorogare per l'anno 2017 la sperimentazione del «voucher baby sitting» sia per le lavoratrici dipendenti che per le autonome o imprenditrici e di assumere le iniziative di competenza per integrare per il 2016 lo stanziamento di 20 milioni di euro per i «voucher baby sitting» destinati alle lavoratrici dipendenti o iscritte alla gestione separata INPS, essendo le risorse già esaurite prima della fine dell’anno. A questo link trovi il testo integrale della nostra interpellanza: http://aic.camera.it/aic/scheda.html?core=aic&numero=2/01459&ramo=C&leg=17.

Nella seduta del 14 settembre il Governo ci ha risposto, per voce del sottosegretario Massimo Cassano: il 1° settembre scorso il Ministro del lavoro Poletti ha finalmente firmato, di concerto con il Mef, il decreto necessario a dare attuazione alla misura decisa in via sperimentale dal Parlamento nella Stabilità 2016 per le lavoratrici autonome. Mi auguro che il Governo acceleri ora i tempi della procedura (in Stabilità il Parlamento aveva stabilito in 60 giorni il termine per l’adozione del decreto, ma ce ne sono voluti ben 240!) affinché il voucher – 600 euro mensili per tre mesi - sia finalmente erogato alle aventi diritto. Il sottosegretario ci ha confermato inoltre che è intenzione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali proporre, nell’ambito della legge di bilancio per il 2017, il rifinanziamento di tale beneficio sia in favore delle lavoratrici dipendenti che in favore delle madri lavoratrici autonome o imprenditrici, in una misura che potrà essere stabilita nel più ampio quadro delle risorse disponibili. Cliccando qui la risposta del sottosegretario Cassano.


pubblicata il 15 settembre 2016

<<
<
 ... 539540541542543544545546547 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico