A Loreggia: confronto su riforma costituzionale e autonomia

03 settembre 2016

Vivace e stimolante confronto sulle ragioni del Sì e del No alla riforma costituzionale giovedì 2 settembre scorso a Loreggia (PD) tra la sottoscritta e l'avv. Alessio Morosin, moderato dal giornalista Mariano Montagnin e con il contributo dei sindaci di Loreggia, Camposampiero e Massanzago. Ho invitato ad utilizzare il referendum come un'occasione di confronto democratico e civile, nel rispetto reciproco sia di chi sostiene le diverse ragioni, sia dei cittadini che hanno il diritto-dovere di decidere conoscendo i contenuti della riforma per deliberare in modo consapevole. I temi principali toccati nel confronto e anche nelle domande del pubblico, molto attento e interessato, sono stati: il superamento del bicameralismo perfetto con il nuovo Senato dove le Regioni potranno partecipare al processo legislativo in alcune materie rilevanti; la revisione in chiave riduttiva delle competenze alle regioni ma salvaguardando la possibilità per quelle con i conti in ordine di chiedere maggiori competenze e risorse; la legge elettorale della Camera sulla quale è previsto il preventivo giudizio della Corte Costituzionale, che mi auguro ne corregga alcuni aspetti pur restando una buona legge, che assicura la stabilità dei Governi assegnando un premio a chi vince le elezioni, ma soprattutto dà agli elettori la possibilità di rivotare in un eventuale ballottaggio. Infine, particolare attenzione è stata posta alle possibili ricadute della riforma sul Veneto: lo strumento costituzionale, che in Parlamento io con altri colleghi veneti abbiamo difeso e mantenuto all'art. 116 terzo comma, per attribuire maggiori e ulteriori forme di autonomia a regioni come la nostra e la norma che ne facilita la procedura, da me introdotta nella legge di Stabilità 2014 (comma 571), uniti al referendum regionale sull'Autonomia ammesso dalla Corte Costituzionale un anno fa consegnano al Veneto una straordinaria occasione per avvicinarsi alle due regioni speciali confinanti. Speriamo che la classe dirigente politica della nostra Regione non se la lasci sfuggire.

GUARDA LA FOTOGALLERY DELL'INCONTRO »


pubblicata il 03 settembre 2016

<<
<
 ... 569570571572573574575576577 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico