Farra sul baratro, la giunta da Alfano - La Tribuna di Treviso

10 giugno 2016

Pagina 33, Cronaca

di Andrea De Polo wFARRA DI SOLIGO Più che un incontro pubblico sarà una grande protesta di piazza, quella di stasera a Farra di Soligo. Tutta la cittadinanza è invitata alla riunione prevista per le 20.30 all’auditorium Santo Stefano, nel centro del paese. Il sindaco Giuseppe Nardi ha indetto l’incontro per spiegare cosa sta succedendo al suo Comune, pignorato per quasi 4 milioni di euro (ma la cifra salirà presto a 11 milioni) da tre gruppi di cittadini espropriati a fine Anni Novanta dei loro terreni per la costruzione dei Pip, e ancora non risarciti. Mentre i conti correnti del Comune sono fermi, i lavori pubblici sospesi, lo scuolabus a riposo e il Card chiuso a chiave, stasera arriverà anche il governatore Luca Zaia, mentre il caso del Comune pignorato ha raggiunto il governo nazionale. Il Movimento Cinque Stelle, intanto, inaugura una raccolta fondi. Da Zaia qualcuno si aspetta la soluzione del caso. In realtà, dovrebbe svelare ciò che in parte è già noto: anche lui sta provando a parlare con le aziende che hanno costruito sui Pip, i cittadini che avevano ceduto loro il terreno, e il Comune, per arrivare a una mediazione che permetta all’amministrazione di tornare a vivere. I legali dei cittadini si sono già detti disponibili, certo non sarà facile trovare un punto di incontro in una vicenda nella quale, oggi, hanno tutti ragione: i residenti devono essere rimborsati (ci sono le sentenze a loro favorevoli, per un totale di 11 milioni di euro), il Comune non può chiudere, e i fatti risalgono comunque al 1999, quando nessuno degli attuali amministratori era in carica. Ieri giornata di incontri ad alto livello anche per l’assessore di Farra, Mattia Perencin. «Assieme al senatore Franco Conte ho incontrato al Viminale il Ministro degli Interni Angelino Alfano, per esporre e presentargli la drammatica situazione in cui si trova il Comune di Farra» spiega Perencin «dopo aver analizzato i possibili scenari e visto il caso particolare e quasi eccezionale del nostro Comune, gli uffici del Ministero degli Interni si sono subito attivati per vedere come affrontare la cosa e quali soluzioni poter adottare per evitare il tracollo. Nei prossimi giorni dovremmo avere un quadro generale delle strade percorribili, inoltre il Ministro si è reso disponibile a darci un aiuto e ad affrontare la questione in maniera attiva». Il caso del Comune senza soldi ha sollevato una solidarietà bipartisan. Anche l’onorevole Simonetta Rubinato (Pd) ha incontrato gli amministratori locali e portato le loro istanze a Roma: «Le norme vigenti prevedono che non possano essere pignorate solo le somme del Comune necessarie a pagare i mutui, il personale e i servizi essenziali, ma funzioni come l’assistenza domiciliare agli anziani non rientrano tra questi» spiega Rubinato «non ritengo giusto in un caso come questo applicare la procedura di dissesto, visto che gli impatti finanziari negativi sul Comune derivano da una sentenza della Corte Costituzionale del 2007 che ha ritenuto solo in un tempo successivo illegittime le norme di legge prima applicate». La soluzione? «Un fondo a livello nazionale a favore dei Comuni che si trovino in situazioni analoghe a quelle di Farra». Il tempo stringe: il Comune ha già tagliato alcuni servizi, come l’autobus per gli asili e il Card, mentre ha bloccato tutte le opere pubbliche. I primi aiuti concreti potrebbero arrivare dal Movimento Cinque Stelle, che ha indetto una raccolta fondi sulla carta prepagata numero 5333 1710 1687 0574 di Poste Italiane, Iban IT81E0760105138247088 547090, intestata al consigliere Alessandro Sartor. «Chiunque può dare il proprio contributo» spiega il M5S di Farra «purtroppo questo pignoramento era un epilogo previsto». Intanto l'associazione Ciclistica Col San Martino ha annullato il dodicesimo Gran Premio "Pro Loco Col San Martino" in programma il prossimo mese, essendo il Comune il principale sponsor.

SCARICA L'ARTICOLO IN PDF


pubblicata il 10 giugno 2016

<<
<
 ... 639640641642643644645646647 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico