Prima serata pubblica del Comitato Roncade per il S

04 novembre 2016

Bella e partecipata la prima serata pubblica sulla riforma costituzionale organizzata il 28 ottobre scorso dal Comitato Roncade per il SÌ, confermando come si possa fare di questo referendum l'occasione di un grande confronto civile per approfondire la conoscenza della nostra Costituzione e per dare ai cittadini gli strumenti per esprimere un voto consapevole il 4 dicembre sulla base dei contenuti della riforma e nel rispetto delle ragioni anche dei sostenitori del NO. Ecco perché negli incontri pubblici spiego come già oggi il funzionamento del Parlamento e del procedimento legislativo siano molto diversi nella realtà da quello che prevede la Costituzione attuale e come sia per questo necessario non rinviarne ulteriormente la modernizzazione, assegnando compiti diversi ai due rami, affinché la Camera dei Deputati possa riappropriarsi della funzione legislativa nei confronti del Governo e il Senato svolgere il nuovo ruolo di rappresentanza dei territori. Un passo in avanti questo che, insieme al rafforzamento degli istituti di democrazia diretta, fa prevalere a mio avviso le ragioni del SÌ su quelle del NO alla riforma costituzionale. Poteva essere scritta meglio? Non essendo stata partorita da un'unica assemblea costituente, dedicata a questo solo scopo, ma da due rami del Parlamento, eletti con sistemi elettorali diversi e ciascuno quindi con una diversa maggioranza politica grazie al mitico Porcellum, attraverso ben sei diverse letture nel corso di un ordinario mandato legislativo, beh, è quasi un miracolo che si sia riusciti ad approvarla nel tempo della frammentazione e della quotidiana rissa politica.


pubblicata il 04 novembre 2016

<<
<
 ... 505506507508509510511512513 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico