BpVi, appelli dal Veneto: «Fate presto» - Giornale di Vicenza

05 giugno 2017

 

Pagina 8, Cronaca

Continuano le reazioni all'intervista rilasciata da Matteo Renzi al Sole 24 Ore, nella quale l'ex premier ha indicato la questione di BpVi e Veneto Banca tra le priorità assolute da risolvere per il Paese, anche a costo di battere i pugni a Bruxelles. «Qualsiasi forma di eventuale risoluzione di queste banche andrà respinta con tutte le forze» ha dichiarato Renzi. «Parole di responsabilità - ha commentato la parlamentare del Partito democratico Simonetta Rubinato -. Esse confermano la volontà di scongiurare il bail-in già dichiarata dal governo Gentiloni attraverso il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan. Parole a cui devono seguire ora atti concreti e in tempi rapidi visto che siamo già in zona Cesarini. Il fallimento è ancora dietro l'angolo, e questo, come confermato anche dalla commissione d'indagine regionale, significherebbe una catastrofe finanziaria per il territorio». Caustico invece il commento di Nicola Finco, capogruppo leghista in Consiglio regionale nella risposta ad Alessandra Moretti, che aveva parlato di «evidente responsabilità della Regione nella questione delle banche venete. Da tempo chiediamo a Zaia: smetta di fare lo struzzo e si muova per il salvataggio delle banche, non solo e non tanto per gli istituti in quanto tali ma per quello che significano per il nord est e per il Paese». «Le dichiarazioni dell'onorevole Moretti - attacca Finco - confermano in me una duplice convinzione: la prima è che non ha letto o non ha capito l'intervista al suo segretario politico (e questo mi pare evidente); la seconda è che pensando di fare bene, in realtà attacca frontalmente proprio Renzi. Era questo il risultato che voleva raggiungere? Aveva ragione quel tale: di buone intenzioni è lastricata la via per l'inferno...». Dopo le parole del prossimo candidato premier dem, il senatore Udc Antonio De Poli attende i fatti: «La determinazione nel chiudere la partita delle banche venete al più presto è quella che, da tempo, l'Udc chiede al governo. Adesso ci aspettiamo che queste parole si traducano in fatti: il Nordest e il Veneto chiedono concretezza, non promesse».

 

SCARICA L'ARTICOLO IN PDF


pubblicata il 05 giugno 2017

<<
<
 ... 267268269270271272273274275 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico