Nuove farmacie in Veneto, la Regione sblocchi l'iter o intervenga il Ministero

29 settembre 2016

L’on. Simonetta Rubinato sollecita la Regione Veneto a completare l’iter di assegnazione delle 223 nuove farmacie che potrebbero creare circa un migliaio di posti di lavoro. In caso contrario si dice pronta a chiedere nuovamente l’intervento del Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, perché eserciti i poteri sostitutivi nominando un commissario che provvede a sostituire l’amministrazione inadempiente. Il concorso, infatti, è stato indetto in base ad una misura prevista da una legge statale, il decreto “Salva Italia” del 2012. Altre Regioni, come la Toscana, il Piemonte, l’Emilia Romagna, la Puglia, nonché la Lombardia hanno già completato o stanno già facendo l’assegnazione delle sedi farmaceutiche messe a concorso. 

“A luglio – spiega l’on. Rubinato - rispondendo ad una mia interrogazione il ministro Lorenzin aveva affermato che anche in Veneto ‘la procedura allo stato sembra che si stiano avviando a conclusione’. E’ grave che dopo quattro anni da quando è stato bandito il concorso, gli aggiudicatari, spesso giovani molti dei quali preoccupati di non poter sottoscrivere accordi con i pochi ed a volte unici locatari di edifici a uso commerciale, rischino di veder vanificata questa opportunità di lavoro”. 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF


pubblicata il 29 settembre 2016

<<
<
 ... 460461462463464465466467468 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico