Asili paritari, il ministro Giannini provveda con urgenza all'erogazione dei contributi

20 aprile 2015

Simonetta Rubinato ha predisposto un’interrogazione al Ministro dell’istruzione perché provveda con urgenza all’erogazione dei contributi alle scuole dell’infanzia paritarie. “Anche in Veneto la situazione si sta facendo particolarmente allarmante mettendo i gestori nell’impossibilità di pagare gli stipendi dei dipendenti, costretti a fare pure i conti con le richieste di pignoramento da parte dei fornitori. Io stessa come parlamentare che ogni anno mi sono battuta per salvare gli stanziamenti in legge di stabilità, provo un senso di frustrazione e di rabbia ed è quindi comprensibile l’esasperazione espressa sabato scorso a Vicenza durante il convegno promosso dalla Fism” spiega la parlamentare del Pd.

Per quanto riguarda i contributi del capitolo 1299, l’on. Rubinato ha avuto notizia che i mandati di pagamento dovrebbero finalmente partire nei prossimi giorni. Quanto ai fondi per il 2015 del capitolo 1477: a causa di un ricorso sul decreto che fissava i criteri di distribuzione delle risorse, si è dovuto riscrivere il provvedimento che è ora alla firma del Ministro. Ma i tempi di erogazione dei contributi saranno ancora lunghi visto che esso deve poi essere registrato alla Corte dei Conti e solo successivamente sarà possibile procedere con l’assegnazione dei contributi ai singoli Uffici scolastici regionali per essere infine trasferiti alle scuole.

“La situazione è particolarmente drammatica in Veneto – continua l’on. Rubinato – considerato che le scuole dell’infanzia paritarie devono ancora ricevere anche i 42 milioni di euro del 2014. Purtroppo con le belle parole del Ministro, dei sottosegretari, del Governatore e dell’assessore regionale del Veneto non si pagano gli stipendi. E si continua a perdere tempo quando basterebbe intraprendere l’unica strada che potrebbe portare ad una soluzione definitiva”. La parlamentare si riferisce alla possibilità della Regione di chiedere allo Stato, in forza dell’art. 116 terzo comma della Costituzione rafforzato dalla legge di stabilità 2014 che accelera il percorso dando allo Stato 60 giorni di tempo per aprire la trattativa, il trasferimento della competenza e delle risorse relative al servizio integrato della scuola dell’infanzia in quanto si tratta di una specificità territoriale tutta veneta.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF


pubblicata il 20 aprile 2015

<<
<
 ... 961962963964965966967968969 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico