Electrolux, ok accordo segno di maturità dei lavoratori

23 maggio 2014

"Una vittoria di tutti. E in modo particolare dei lavoratori che, con oltre l'80% di sì, hanno approvato l'accordo firmato a palazzo Chigi tra sindacati, enti locali ed Electrolux, dimostrando grande senso di re-sponsabilità e maturità". Con questo parole Simonetta Rubinato, parlamentare del Pd, commenta l'esito del referendum che ha coinvolto i 4.700 dipendenti dell'azienda del comparto elettrodomestici.
"Oggi - osserva la deputata trevigiana - possiamo con soddisfazione dire che la vertenza Electrolux segna un risultato importante per ridare fiducia al comparto manifatturiero del Nord-est e dell'Italia, e ciò grazie all'impegno di tutti, istituzioni, sindacati ed azienda. Ora perché l'accordo possa dare prospettive di lunga durata, ben oltre il 2017, bisogna mettere in campo le riforme strutturali necessarie a dare competitività al sistema Paese e una strategia di politica industriale per la filiera della domotica"
Secondo l'on. Rubinato, l'accordo siglato, dimostra anche che l'azienda multinazionale ‘ha creduto nella capacità dei lavoratori italiani di avere quella marcia in più, quel valore aggiunto del ‘made in Italy' e del prodotto di qualità che va difeso in modo più efficace dalla concor-renza sleale dalle istituzioni preposte".

mimetype SCARICA IL COMUNICATO IN PDF 


pubblicata il 23 maggio 2014

ritorna
 
  Invia ad un amico