Referendum: Rubinato (Pd), mandato chiaro scritto Costituzione

23 ottobre 2017

(ANSA) - VENEZIA, 23 OTT - "Oggi dal Veneto e' arrivata quella spallata democratica che ho invocato scrivendo il mio libro. Questa e' la vittoria dei Veneti. Lo dicono i numeri. Oltre un milione di voti in piu' rispetto a quelli che nel 2015, cioe' due anni fa, ha preso Zaia". E' il commento Simonetta Rubinato (Pd) sull'esito del referendum consultivo sull'autonomia del Veneto. "Un risultato eccezionale - rileva - perche' raggiunto contro tutti. Pensiamo all'informazione dei media nazionali che hanno ignorato il referendum. E poi non dimentichiamo la percentuale degli italiani all'estero che non hanno potuto votare. Che valgono sicuramente almeno un 5 per cento in meno. Spero che ora sia chiaro anche ai dirigenti nazionali del Pd che non e' stato il referendum di una forza politica. Cosi' come e' chiaro a tutti chi del Partito Democratico Veneto ci ha messo la faccia. Questi numeri danno ragione alla mia battaglia e dicono che la base del Pd e' piu' avanti della sua dirigenza. Qualcuno che ha invitato all'astensione dovra' prenderne atto e trarne le conseguenze, perche' ha tradito i Veneti e lo statuto federale del Pd Veneto". "Ora tutta la classe politica veneta - conclude - ha una grande responsabilita', a cominciare dal presidente della Regione, perche' tocca a lui in prima persona farsi carico di questa sfida, coinvolgendo il consiglio regionale, le autonomie locali, le articolazioni della societa' veneta, i parlamentari. Il mandato dei cittadini veneti e' chiaro e la strada e' scritta in Costituzione. Regionalismo differenziato e federalismo fiscale dopo 16 anni di immobilismo centralista vanno perseguiti con concretezza di risultati e il percorso sara' impegnativo. Noi di Veneto Vivo ci siamo". 

SCARICA L'AGENZIA IN PDF 


pubblicata il 23 ottobre 2017

<<
<
 ... 91011121314151617 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico