Vaccini, sterile prova muscolare, serve responsabilità da parte di tutti

05 settembre 2017

“Lo Stato e la Regione sono tenuti alla leale collaborazione, tanto più se si tratta di questioni che hanno a che fare con la salute pubblica. Lo scontro tra Ministeri e Regione Veneto in atto in queste ore, oltre a dare una pessima immagine di chi governa le istituzioni, sta mettendo in difficoltà chi è chiamato ad applicare la nuova normativa vaccinale con riferimento alla frequenza dei bambini a scuole dell’infanzia e asili nido. Gestori delle scuole paritarie e dirigenti scolastici sono stati messi così in una situazione di incertezza normativa, che può aver conseguenze anche sul piano delle loro responsabilità, proprio alla vigilia del ritorno in classe, nello sconcerto dei genitori. Mi auguro perciò che i ministri competenti e il governatore del Veneto desistano da una sterile prova muscolare a colpi di carte bollate per sedersi attorno ad un tavolo al fine di definire una linea di azione condivisa”.  Lo afferma Simonetta Rubinato, parlamentare del Pd, preoccupata per la tensione che lo scontro istituzionale sta creando sul territorio.

“Chi ha responsabilità di governo, a qualsiasi livello, – osserva – non può perdere di vista che qui sono in gioco la salute pubblica e il diritto dei bambini di frequentare la scuola dell’infanzia. Sono questioni troppo importanti per essere strumentalizzate politicamente. Ciò che deve stare a cuore a tutti è verificare se oggi in Veneto ci sono o meno le condizioni per assicurare la tutela della salute pubblica e il mantenimento di adeguate condizioni di sicurezza in termini di profilassi e di copertura vaccinale e, sulla base di questo, condividere le modalità di applicazione della legge nazionale nella fase transitoria, come si è fatto in provincia di Bolzano, anche in attesa che la Corte Costituzionale si pronunci sul ricorso presentato dalla Regione Veneto”.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF 


pubblicata il 05 settembre 2017

<<
<
 ... 202122232425262728 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico