Polizia postale, grazie al Governo per aver mantenuto il presidio di Treviso

21 luglio 2017

“Ringrazio il Governo e in particolare il ministro Minniti, al quale mi ero rivolta nelle scorse settimane con un’interrogazione parlamentare, per aver deciso di mantenere in essere l’Ufficio di Polizia postale di Treviso. E’ un segno di attenzione per il nostro territorio che, come avevo rappresentato nella discussione dell’atto di sindacato ispettivo, non poteva perdere un servizio necessario per una realtà delle dimensioni sociali ed economiche come quella rappresentata dalla Marca trevigiana”. Commenta così l’on. Simonetta Rubinato l’esito della riunione avvenuta ieri presso la Direzione centrale della Polizia postale e telecomunicazioni del Viminale, in occasione della presentazione del nuovo progetto denominato “4.0” che ha aggiornato l’articolazione degli Uffici con la decisione di mantenere i presidi di Foggia, Ferrara, Pistoia, Arezzo, Pisa, Alessandria, Bergamo e appunto Treviso. La parlamentare si era attivata proprio a seguito delle segnalazioni che le erano giunte da parte del Siulp di Treviso.

“Un esito positivo per il quale ha giocato senz’altro a favore il ruolo di prim’ordine che è riconosciuto alla Polizia postale di Treviso, che nel tempo ha maturato competenze e professionalità, ottenendo sul campo risultati importanti su un settore che deve fare i conti sempre più con reati informatici e nuovi fenomeni che si diffondono sulla rete, rappresentanti un pericolo soprattutto nei confronti di tanti adolescenti del nostro territorio” conclude Rubinato.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF


pubblicata il 21 luglio 2017

<<
<
 ... 505152535455565758 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico