Zaia: «A rischio 80mila casi sociali»- Il Gazzettino

05 luglio 2017

Pagina 6, Primopiano

VENEZIA «L'appello che faccio ai parlamentari che affrontano la questione delle banche venete è di pensare agli azionisti». L'ha ribadito ieri il governatore Luca Zaia, rimarcando il peso dei 205mila soci delle ex Popolari: «Sì, ci sono gli emendamenti, il problema è che mi sembra di capire che vogliano chiedere la fiducia e questo vuol dire mettere una pietra tombale su 70, 80mila casi sociali di gente ridotta al lastrico. Ha meno dignità un pensionato che ha perso 30mila euro di azioni rispetto ad un pensionato che ha perso la stessa cifra in obbligazioni? Il Veneto, con i suoi mezzi, ha fatto una commissione di inchiesta e ha creato un fondo per gli aiuti agli azionisti per la difesa legale». Replica della deputata dem Simonetta Rubinato: «Come parlamentare ho ricevuto convocazioni da parte della Regione per incontri finanche sulle aperture domenicali dei negozi. Perché il governatore Zaia non ci ha mai convocati attorno ad un tavolo per condividere le responsabilità politiche sulla gestione della grave crisi di Veneto Banca e Popolare Vicenza?».

 

SCARICA L'ARTICOLO IN PDF


pubblicata il 05 luglio 2017

<<
<
 ... 112113114115116117118119120 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico