In primo piano

Caro Matteo, i Veneti chiedono libertà dal centralismo burocratico e fiscale

25 ottobre 2017

Referendum, Rubinato (Pd) a Renzi: al centro questione veneta Roma, 25 ott. (LaPresse) - "A Matteo Renzi dico: chi conosce il sentiment dei veneti e dei tantissimi piccoli e medi imprenditori che ne costituiscono il sistema produttivo sa che al centro della questione veneta, ora certificata dai numeri del referendum di domenica scorsa, che hanno travalicato le linee di tutti i partiti, sta la richiesta di libertà dal centralismo burocratico e fiscale romano. I veneti non chiedono ulteriori promesse di riduzione delle tasse, piuttosto vogliono istituzioni in grado di supportare e non ostacolare il loro lavoro, vogliono vedere finalmente spesi bene i denari che versano allo Stato, chiedono di poter gestire sul territorio le risorse necessarie a rispondere ai bisogni delle famiglie e a sostenere la competitività delle imprese. Pongono in fondo alla politica nazionale una domanda giusta e semplice: perché le risorse frutto di tanto lavoro e sacrifici devono continuare a finanziare sprechi e privilegi che in certe regioni sono strutturali senza che i cittadini di quelle regioni ne vedano beneficio alcuno?". Lo dichiara in una nota Simonetta Rubinato, deputato del PD, membro commissione Bilancio alla Camera, (area dem), paladina dell’autonomia, schierata per il Sì al referendum di domenica scorsa in Veneto. "Dico a Renzi: il tema centrale allora è la riforma dello Stato centralista in chiave federale. E questo interessa tutte le regioni. È ora che l'autonomia sia collegata alla effettiva responsabilità nella gestione delle risorse, superando il sistema opaco della finanza derivata" conclude la parlamentare.


pubblicata il 25 ottobre 2017

 
 
123456789 ... 
>
>>
ritorna
 
  Invia ad un amico